Spice Oddity

L’aperitivo uccellofobo

Quando le uova nelle crocchette non sono un'opzione

Metti una sera all’ora dell’aperitivo. Arriva un’amica che sarebbe anche una buona forchetta, ma non sopporta i pennuti, in nessuna delle loro manifestazioni. Fobia? Ribrezzo? Psicosi? Chi può dirlo. Del resto, sono sposata con un uomo che non riesce nemmeno a rompere un uovo senza che gli venga da vomitare. Ecco, appunto, le uova. Come la mettiamo con le uova?

Perché qui a casa mia di pennuti o di altri animali non se ne cucinano di certo, ma ogni tanto un uovo qua e là riesco a infilarlo. Ricordo un’illuminante discussione con l’amica di cui sopra: per lei, le uova non erano un potenziale pulcino (già terribile come pensiero…), ma addirittura “le mestruazioni della gallina”. Sic, non le avevo mai considerate sotto questo punto di vista.

L’intenzione era quella di prepararle uno snack ecosostenibile, oltre che vegetariano: le crocchette di baccelli al sesamo di Lisa Casali, un mito di donna, una carissima amica e una grande ispirazione.

A pranzo avevo cucinato i piselli freschi e l’idea di buttare tutti quei bei baccelli verdi e croccanti proprio non mi andava giù. In quel momento mi si era materializzata davanti l’immagine di Lisa vestita da principessa Leila (non chiedetemi perché) che, col dito puntato e il suo adorabile accento romagnolo, m’intimava di non provare nemmeno a buttarle nel secchio dell’umido.

Ma per fare le crocchette occorre qualcosa che tenga assieme gli ingredienti. Quindi? Quindi proviamo un po’ a pasticciare, e già che ci siamo aggiungiamo un po’ di sapori orientali. In definitiva, mi sono resa conto che per tenere assieme le polpette bastavano anche la patata e la ricotta già presenti nella ricetta, con il solo accorgimento di aggiungere un po’ più di ricotta e di passare il composto in frigo per un’oretta prima di formare le palline, anziché soltanto per 15 minuti.

Questo è quello che ne è uscito fuori. Spero che Lisa non venga qui a suonarmele con il mattarello vestita da principessa Leila…

PS: la ricetta originale delle Crochette di baccelli al sesamo si trova nel libro Ecocucina di Lisa Casali, pubblicato da Gribaudo.

aperitivo_gianista

Ingredienti per quattro persone

  • 300 grammi di baccelli di piselli
  • 3 cucchiai di semi di sesamo
  • la parte verde di 1 cipollotto
  • 1 patata bollita
  • 150 grammi di ricotta
  • 1/2 bicchiere di formaggio fresco tipo cottage cheese o di paneer indiano tritato
  • pangrattato q.b.
  • cumino in polvere
  • zenzero grattugiato
  • coriandolo fresco
  • olio EVO
  • sale e peperoncino

Preparazione

Per prima cosa lavate i baccelli e cuoceteli a vapore per circa 15 minuti. Poi tritate il cipollotto e soffriggetelo in padella, aggiungete i baccelli lessati e fateli andare per qualche minuto, condendo con sale e pepe.

A questo punto dovrete passare il tutto con il passaverdure o la centrifuga. Se usate il buon vecchio passaverdure, vi accorgerete che mentre filtrate la purea sulla lama resterà incastrata la parte fibrosa, dura e semitrasparente. Ora, sono quasi certa che Lisa sia riuscita a cavar fuori qualcosa di mangiabile anche da quella, ma io l’ho buttata nell’umido, spaventata da quanto fosse dura e filacciosa.

Bene, siete pronti per aggiungere la ricotta, il formaggio fresco, le spezie e il pangrattato. Mescolate con cura e mettete in frigorifero per un’oretta, poi provate a formare delle palline tutte più o meno dela stesa dimensione, e possibilmente sferiche; se non ci riuscite perché il composto è troppo molle e appiccicoso, non sognatevi di fare strane cose tipo metterlo nel freezer… aggiungete pan grattato fino a ottenere la consistenza giusta.

Ok, ci siete: adesso passate le crocchette nei semi di sesamo e infornatele in una teglia unta – a 180° per 20 minuti o fin quando non vi sembreranno belle solide e dorate. Calcolate che senza uovo resteranno comunque più morbide, a meno di non cementificarle con un chilo di pan grattato… Guai a voi!

Se proprio volete sprecarvi, servitele con un buon  raita alla menta e cetriolo (a breve la ricetta).